Il significato del video ufficiale e del testo Ti ho voluto bene veramente di Marco Mengoni (+ date del tour!)

Qual è il significato del testo e del video ufficiale di Ti ho voluto bene veramente di Marco Mengoni? Dove è stato girato il suggestivo video ufficiale della canzone? Ziomuro Reloaded è qui per spiegarvi un po’ di cose come sempre! ;)

Partiamo dal testo, che poi rispecchia in molti sensi anche il video ufficiale: la canzone parla della lontanzanza e della nostalgia nei confronti di una persona nei confronti della quale Mengoni sembra esseri allontanato forzatamente, quasi per non dover soffrire. La mancanza, tuttavia, si fa sentire, soprattutto perché Mengoni sembra essersi voluto isolare apposta per non soffrire in mezzo a luoghi desolati e sperduti. Il video di Ti ho voluto bene veramente, girato nelle splendide location dell’Islanda (e davvero perfette per il mood del pezzo) racconta fondamentalmente la stessa storia, e fra le altre cose allude al fatto che la distanza dalla persona amata potrebbe anche essere dipesa dal fatto che questa stessa persona è stata uccisa, visto e considerato la presenza di una pistola della quale Mengoni si vuole liberare.

Che ne pensate di questa canzone? Vi va di farmelo sapere con un messaggio su Facebook o su Twitter?

In attesa dei vostri messaggi, vi ricordo anche che Marco Mengoni ha rivelato tutte le date del suo nuovo tour, che prenderà il via il prossimo 30 aprile da Padova. Qui sotto trovate la lista completa degli eventi!

Padova (30 aprile)

Bologna (1 maggio)

Firenze (3 maggio)

Genova (4 maggio)

Milano (6 maggio)

Perugia (10 maggio)

Roma (12 maggio)

Acireale (15 maggio)

Eboli (17 maggio)

Livorno (19 maggio)

Verona (21 maggio)

Testo

Così sono partito per un lungo viaggio
Lontano dagli errori e dagli sbagli che ho commesso
Ho visitato luoghi per non doverti rivedere
E più mi allontavo, più sentivo di star bene
E nevicava molto però io camminavo
A volte ho acceso un fuoco e per il freddo ti pensavo
Sognando ad occhi aperti sul ponte di un traghetto
Credevo di vedere dentro il mare il tuo riflesso
Le luci dentro al porto sembravano lontane
Ed io che mi sentivo felice di approdare
E mi cambiava il volto, la barba mi cresceva
Trascorsi giorni interi senza dire una parola
E quanto avrei voluto in quell’istante che ci fossi
Perché ti voglio bene veramente
E non esiste un luogo dove non mi torni in mente
Avrei voluto averti veramente
Non posso farlo ora, che sei così lontana

Mi sentirei di dirti che il viaggio cambia un uomo
E il punto di partenza sembra ormai così lontano
La meta non è un posto ma è quello che proviamo
E non sappiamo dove né quando ci arriviamo
Trascorsi giorni interi senza dire una parola
Credevo che fossi davvero lontana
Sapessimo prima di quando partiamo
Che il senso del viaggio è la meta e il richiamo
Perché ti voglio bene veramente
E non esiste un luogo dove non mi torni in mente
Avrei voluto averti veramente
E non sentirmi dire che non posso farci niente
Avrei trovato molte più risposte se avessi chiesto a te
Ma non fa niente
Non posso farlo ora che sei così lontana

Annunci

12 pensieri su “Il significato del video ufficiale e del testo Ti ho voluto bene veramente di Marco Mengoni (+ date del tour!)

    1. Scusate se dico la mia, ma sinceramente penso propio che la pistola si riferisce a un gesto estremo, infatti l’inizio del testo dice propio (Ho visitato luoghi per non doverti rivedere
      E più mi allontavo, più sentivo di star bene) e tipico di chi ama e non viene ricambiato, e a volte si tende a scappare perche’ rimanere fa’ troppo male. Sto’ vivendo una storia molto simile e la prima volta che ho sentito questa canzone mi sono rispecchiato in ogni singola frase, come (e non sentirmi dire non posso farci niente ) se non ti amo non posso farci niente. E la lontananza e relativa perche’ si puo’ stare abbracciati e sentirsi lontani un milione di chilometri.

      Mi piace

  1. Scusate se dico la mia, ma sinceramente penso propio che la pistola si riferisce a un gesto estremo, infatti l’inizio del testo dice propio (Ho visitato luoghi per non doverti rivedere
    E più mi allontavo, più sentivo di star bene) e tipico di chi ama e non viene ricambiato, e a volte si tende a scappare perche’ rimanere fa’ troppo male. Sto’ vivendo una storia molto simile e la prima volta che ho sentito questa canzone mi sono rispecchiato in ogni singola frase, come (e non sentirmi dire non posso farci niente ) se non ti amo non posso farci niente. E la lontananza e relativa perche’ si puo’ stare abbracciati e sentirsi lontani un milione di chilometri.

    Mi piace

  2. Io ho perso mio padre proprio in concomitanza quasi con l’uscita di questa canzone, e la collego quindi alla sua morte, soprattutto quando dice “E non esiste e un luogo dove non mi torni in mente” In definitiva è una canzone stupenda che a mio avviso parla di una perdita, di un distacco… ad ognuno di noi poi in base alla propria esperienza dice qualcosa…

    Mi piace

  3. Io la vedo completamente diversa.. Un lungo viaggio potrebbe essere interiore,lontano da quello che teneva bloccato,fermo..come talvolta fa il passato. Così ha camminato per un sentiero nuovo,candido..di libertà ..quasi di deserto interiore. Dove insieme alla pace del cuore certamente incontra anche la tentazione del ricordo che non lo lascia libero. Sembra quasi fare un salto in una vita spirituale più alta che lo porta a fare memoria e a scontrarsi con l’uomo che è stato,lo porta nella profondità del suo essere. Al suo modo di amare che però non gli bastava. C’è proprio un passaggio tra la “fanciullezza” al diventare uomo consapevole che ha una meta che altro non è che la pace del cuore..far pace con se stessi.. Perdonarsi per gli sbagli commessi. Lui è in cammino non per dimenticare.. Ma per Amare. Solo questo desiderio di Eterno ti fa mettere in cammino.. Rivede si,i suoi errori ma non si ferma..

    Mi piace

  4. A me ha fatto piangere.
    Quando una persona che abbiamo amato ha deciso di vivere con qualcun altro quello che avrebbe potuto vivere con noi, si oscilla sempre tra il sollievo per lei e una sensazione strana, quasi come se fosse morta.

    Mi piace

  5. Intense emozioni.
    Dal mio punto di vista la vedo così: ” la pistola mi fa capire che lui è morto per suicidio ed adesso libero di andare in tutti i luoghi che vuole, capire l’immensità e l’amore infinito, cosciente di aver perso l’amore ma allo stesso tempo consapevole di aver capito cosa fosse il vero amore” Per me il lungo viaggio è l’unico viaggio che si fa per lasciare questa terra e andare nel al di là. Grazie a tutti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...