baustelle

Baustelle: Lili Marleen è il loro nuovo singolo, dedicato agli attentati di Parigi (testo)

Una piccola parentesi, prima di cominciare: i Baustelle rappresentano la mia maturazione a livello di gusto musicale, dal pop sfacciato a qualcosa di differente, un cambiamento profondo giunto circa al secondo anno di università, uno dei più felici e spensierati della mia vita.

Ebbene, la band di Francesco Bianconi, a tre anni di distanza dal capolavoro concept Fantasma (interamente incentrato sul tema della morte) tornerà a breve con un nuovo singolo (e relativo album) del quale si è fatto un gran parlare proprio di recente, visti i continui teaser apparsi sui social della band toscana nel corso degli ultimi mesi.

Questo pomeriggio, i Baustelle hanno finalmente condiviso il testo di quello che, con ogni probabilità, dovrebbe essere il primo singolo estratto dal nuovo album: il brano (per il momento è disponibile solo il testo) si intitola Lili Marleen ed è una dedica accorata alla Parigi post attentati del 13 novembre. Viene da chiedersi quando il pezzo verrà finalmente presentato, forse proprio in concomitanza con il primo anniversario della tragedia?

Qui sotto trovate il testo integrale del pezzo, da copiare e incollare sui vostri social per sentirvi fighi come se non ci fosse un domani. Già mi immagino un pezzo 100% Baustelle. Non vedo l’ora.

Testo

Siamo bambini rapiti sepolti

in un bar

Guardiamo la Senna che passa

e che va

Parigi è una stella non è una città

Paghiamo il conto in fretta

Ragazzi terribili delle SS

Hanno già fatto irruzione in hotel

Amore non piangere, vieni

con me

Scivoliamo via

Mentre facciamo l’amore

sentiamo sparare

voci che gridano il nome di Allah

Il fiato si gela col freddo

che fa

Lili Marleen

Auf Wiedersehen

Mourin en scene

Ca fait combien?

Lili Marleen

Lili Je t’aime

Joseph Kosma et Jacques

Prevert

Ich will dich

Io mi ricordo i tuoi occhi

venati d’inverno

la voce di Bowie su Spotify

un giorno di nuovo mi sorriderai

Lili Marleen

Mourir en scene

Ca fait combien?

adesso per chi canterai

e con chi dividerai le sigarette della guerra

chi eravamo noi

te lo ricorderai

un cancro

un’eresia

due cani in sagrestia

Ca fait combien?

Lili Marleen

Lili Je t’aime

Apollinaire et Jacques

Prevert

Lili Marleen

no, rien de rien

mourir en scene

ca fait combien?

Lili Marleen

Lili Je t’aime

Michael Houellebecq et

Jacques Prevert

Dio che muovi l’amore e la morte

la violenza, le salme risorte

Lo scirocco che sbatte le prote

la tastiera del mio pianoforte

Vivi dentro i ricordi, le chiese

e i kalashnikov dei kamikae

Ti stringo più forte col freddo che fa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...