tiziano-ferro

Ascolta qui Potremmo ritornare, il nuovo singolo di Tiziano Ferro (testo)

Un nuovo singolo di un artista come Tiziano Ferro è più di un’uscita discografica, è un vero e proprio evento: oggi, 28 ottobre, Tizianone torna dopo ben 5 anni di silenzio (se non consideriamo il Greatest hits TZN, che al suo interno aveva comunque dei begli inediti) con Potremmo ritornare, primo estratto dal suo nuovo album Il mestiere della vita, in uscita il prossimo 2 dicembre.

Questa la recensione di Ziomuro Reloaded: il pezzo è una lagna. Mi spiego meglio: Tiziano Ferro è attualmente uno dei più talentuosi artisti e compositori del panorama italiano, capace di scrivere e produrre delle piccole perle di pop melodico italiano davvero da applausi. In questo brano in particolare, h0 l’impressione che Tizian0 si sia un po’ fossilizzato, più o meno come succede a Mengoni da qualche tempo a questa parte: mi sembra ci sia stata una ricerca un po’ forzata su questo pezzo, come se il cantante avesse voluto dimostrare quanto è bravo a scrivere pezzi dalla struttura solo in apparenza complicata.

Sia ben chiaro, in giro c’è molto di peggio, ma questa canzone in particolare credo non sia per nulla una delle sue migliori; anzi, mi permetto, mi è parsa piuttosto noiosetta. Attendo i vostri giudizi, qui sotto audio e testo del pezzo.

 

Testo

ogni preghiera è una promessa a dio
che non ho mai dimenticato
ogni preghiera non raggiunse poi
o meno ancora la strada che avrei sperato
perdonare presuppone odiarti
ma se dicessi che on so il perché
dovrei mentirti
e tu lo sai che io con le bugie
mi manchi veramente troppo troppo ancora

ho passato tutto il giorno a ricordarti
nella canzone che però non ascoltasti
tanto lo so che con nessuno
avrei più riso e pianto come con me
e lo so io ma anche te

quasi trent’anni per amarci proprio troppo
la vita senza avvisare poi ci piove addosso
ridigli in faccia al tempo quando passa per favore
e ricordiamoglielo al mondo chi eravamo
e che potremmo ritornare

passo la vita sperando mi capiscano
amici amori e affini prima che finiscano e ancora
e sempre solo una strada la stessa
scelgo sempre la più lunga la più complessa

quindi perché mi scanso invece di scontrarti
e tu perché mi guardi se puoi reclamarmi
ricordi ce lo insegnò il 2013
io e te all’odio non sappiamo crederci

ho passato tutto il giorno a ricordarti
nella canzone che però non ascoltasti
tanto lo so che con nessuno
avrei più riso e pianto come con me
e lo so io ma anche te

quasi trent’anni per amarci proprio troppo
la vita senza avvisare poi ci piove addosso
ridigli in faccia al tempo quando passa per favore
e ricordiamoglielo al mondo chi eravamo
e che potremmo ritornare

musica più forte che sfidi la morte
accarezza questa mia ferita
che sfido la vita

ho passato tutto il giorno a ricordarti
nella canzone che però non ascoltasti
tanto lo so che con nessuno
avrei più riso e pianto come con me
e lo so io ma anche te

quasi trent’anni per amarci proprio troppo
la vita senza avvisare poi ci piove addosso
ridigli in faccia al tempo quando passa per favore
e ricordiamoglielo al mondo chi eravamo
e che potremmo ritornare

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...