Gigi d’Alessio – La prima stella: la recensione e il commento sul testo dei giornalisti in anteprima

QUESTO ARTICOLO TI PIACE? METTI UN LIKE ALLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI ZIOMURO RELOADED!

SEGUI ZIOMURO SU TWITTER E INSTAGRAM!

Il Teatro Ariston sta scaldando i motori per il Festival di Sanremo 2017: dal 7 all’11 febbraio prossimo, infatti, ci potremo nuovamente godere su Rai Uno la kermesse canora più prestigiosa e celebre del nostro paese, che per questa occasione vedrà salire sul palco ligure un totale di ben 22 BIG (più 8 Nuove Proposte).

Lo scorso 20 gennaio un gruppo di fortunati giornalisti provenienti da tutte le più celebri e prestigiose testate online hanno avuto la fortuna di ascoltare in anteprima i pezzi in gara al Festival di Sanremo 2017. Qui sotto trovate dunque le prime recensioni e i commenti sui testi delle canzoni, nell’ordine, di Tv Sorrisi e CanzoniRTL 102,5Il Fatto QuotidianoRockol e TvBlog. Ecco i commenti sulla canzone di Gigi d’Alessio, La prima stella.

PS: Cliccando sui nomi delle testate qui sopra trovate gli articoli rispettivi.

La star napoletana torna a Sanremo dopo cinque anni con La prima stella. Il brano è una struggente invocazione alla madre di Gigi, quando lui era ancora molto giovane. Le racconta la sua vita e il mondo che non ha potuto vedere e immagina che lei lo guardi dal cielo stellato.

Gigi D’Alessio presenta un brano che è un marchio di fabbrica, inconfondibile, melodico, romantico. Piaccia o no è Gigi.

Gigione nostro fa il suo: una classica canzone alla D’Alessio. Se vi piace il genere, a suo modo è impeccabile. Se non lo sopportate, non cambierete di certo idea con un verso come “vorrei gli occhi tuoi nei miei”, che poi si dirigono al cielo per per cercare “La prima stella accesa” (che “vorrei che fossi tu”).
Di cosa parla la canzone: Universo, consapevolezza, amore.
In breve: Gigi D’Alessio.

Gigi presenta una classica ballata orchestrale dedicata alla mamma, una canzone alla D’Alessio perfetta per Sanremo. A vedere i sorrisini in sala stampa durante l’ascolto per i giornalisti viene da fare il tifo per lui. Rispetto a tanti chiamati qui per portare il nuovo Gigi sembra un gigante a Lilliput. Almeno c’è un’idea di armonia, cazzo, e una di melodia. La canzone più classica e onesta di questo Festival.

Brano scritto da Gigi D’Alessio. Pezzo melodico, ma intenso, armonicamente ricco, non smielato. Il cantante ha dichiarato:
“L’ho scritta pensando a mia madre. Chiunque abbia perso una persona cara, vedendo la prima stella della sera si è detto: ‘Magari è lei che mi sta guardando'”.

Giudizio TvBlog: un racconto stile Gigi d’Alessio con le sonorità che gli appartengono. Dopo Barbarossa anche Gigi D’Alessio dedica una canzone alla mamma. I risultati difficilmente saranno gli stessi, ma il brano del cantante partenopeo non deluderà il suo pubblico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...