Ermal Meta – Vietato morire: la recensione e il commento sul testo dei giornalisti in anteprima

QUESTO ARTICOLO TI PIACE? METTI UN LIKE ALLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI ZIOMURO RELOADED!

SEGUI ZIOMURO SU TWITTER E INSTAGRAM!

Il Teatro Ariston sta scaldando i motori per il Festival di Sanremo 2017: dal 7 all’11 febbraio prossimo, infatti, ci potremo nuovamente godere su Rai Uno la kermesse canora più prestigiosa e celebre del nostro paese, che per questa occasione vedrà salire sul palco ligure un totale di ben 22 BIG (più 8 Nuove Proposte).

Lo scorso 20 gennaio un gruppo di fortunati giornalisti provenienti da tutte le più celebri e prestigiose testate online hanno avuto la fortuna di ascoltare in anteprima i pezzi in gara al Festival di Sanremo 2017. Qui sotto trovate dunque le prime recensioni e i commenti sui testi delle canzoni, nell’ordine, di Tv Sorrisi e CanzoniRTL 102,5Il Fatto QuotidianoRockol e TvBlog. Ecco i commenti sulla canzone di Ermal Meta, Vietato morire.

PS: Cliccando sui nomi delle testate qui sopra trovate gli articoli rispettivi.

Al suo debutto tra i BIG, Ermal Meta porta un brano di forte impatto emotivo, Vietato morire, su un ritmo sostenuto, racconta una storia di abusi famigliari ma dà un chiaro messaggio di speranza a chi si sente solo e abbandonato.

Il durissimo tema della violenza domestica raccontata da uno dei migliori cantautori che ci sono in giro. Arrangiamento rock pop potente, testo duro, autobiografico. Ha fatto centro.

Parole toste: la storia delle violenze domestiche su un bambino e la conseguente fatica di crescere, dal punto di vista della madre: “Ricorda figlio mio l’uomo che diventerai”, dice. Il tutto sostenuto da un bell’arrangiamento basato sulle chitarre. L’unica canzone applaudita dai giornalisti agli ascolti.
Di cosa parla la canzone:  Violenza domestica
In breve:  Una canzone coraggiosa.

Anche Ermal Meta, come D’Alessio dedica una canzone alla madre. Ma siamo da un’altra parte. Storia dura, questa, dura e emotivamente in overdrive. Un brano moderno, contemporaneo. Uno dei pochi qui a riuscirci senza giocare con l’elettronica. Bel testo, l’impressione che per lui si tratti della canzone della vita.

Brano scritto da Ermal Meta che ha spiegato: “Un inno alla vita e alla gioia di vivere, bisogna amarsi e amare in tutte le forme possibili. E’ importante per me portare questa canzone al Festival perché racchiude un messaggio importante ed universale. Mi farebbe piacere che la canzone venisse accolta ed ascoltata con attenzione. Vale la pena di essere ascoltato”

Giudizio TvBlog: il testo è la dimostrazione della bravura nello scrivere di Ermal Meta: concetti tanto facili e comprensibili, quanto profondi e intelligenti. Messaggio positivo ed educativo. Il ritornello funziona. Si giocherà il premio della critica e un posto sul podio?

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...