Oscar 2017: viaggio alla scoperta delle 5 migliori colonne sonore dell’anno

Tutto è pronto al Dolby Theater di Los Angeles per l’89ª edizione della cerimonia degli Academy Awards, anche conosciuti con il ben più popolare nome di Oscar, che fra una manciata di ore (sarà notte inoltrata in Italia) celebreranno il meglio della cinematografia mondiale passata nelle sale nel corso degli ultimi 12 mesi.

La cerimonia degli Oscar 2017, presentata dal comico Jimmy Kimmel, incoronerà con ogni probabilità La La Land, il musical di Damien Chazelle, come miglior film dell’anno (la pellicola vanta il numero record di 14 nomination) e sarà impreziosita dalla presenza di John Legend, Sting, Justin Timberlake e Lin-Manuel Miranda (accompagnata da Auli’i Carvalho) in veste di performer d’eccezione. Come da tradizione, le performance live di ogni singolo artista saranno vetrina per le canzoni in lizza nella categoria Best Original Song, per la quale City of Stars (interpretata da Ryan Gosling e Emma Stone) sembra essere superfavorita.

Per quanto riguarda la categoria Miglior Colonna Sonora, nonostante il film di Damien Chazelle sia il probabile vincitore, ci troviamo di fronte come mai prima d’ora a una grande varietà di suoni, stili e approcci diversi, che vale la pena approfondire. Qui sotto dunque trovate un breve report dei 5 migliori “Original Scores” dell’anno.

 

Jackie

jackie.jpg

Il biopic di Pablo Larrain dedicato all’iconica first lady Jaqueline Kennedy (interpretata da Natalie Portman) è accompagnato da una colonna sonora orchestrale interamente composta da Mica Levi.

L’artista britannica, alla sua seconda colonna sonora (la prima è stata quella per Under the skin, del 2013) ha raccontato di aver trovato nel flauto e nelle sue mille sfumature lo strumento adatto per dipingere in musica la vita di Jackie, una donna della personalità felina, aerea, leggiadra. La chiave di lettura del suo lavoro su questa soundtrack, in ogni caso, sta nella piena comprensione del suo utilizzo di atmosfere in apparenza inquietanti ma in realtà funzionali a rappresentare i “mostri nascosti” nelle pareti della casa bianca.

 

 

Lion

lion .jpg

La colonna sonora del film drammatico di Garth Davis che vede Dev Patel (Slumdog Millionaire) come protagonista assoluto è stata interamente scritta e composta da Dustin O’Halloran & Hauschka ed è disponibile online esclusivamente nella versione orchestrale che include, come unica eccezione “pop”, Never Give Up, pezzo scritto appositamente per il film dalla straordinaria Sia. Proprio come la trama del lungometraggio, ambientato fra l’India e la Tasmania, le musiche che accompagnano le vicende del giovane Saroo mescolano i suoni esotici del sud dell’Asia con le atmosfere ben più “occidentali” dei Frankie Goes to Hollywood (loro il pezzo scelto per il trailer, la celebre The Power of Love) e gli Hercules & Love Affair.

La storia del film è infatti accompagnata anche dalle note di una serie di brani che non sono purtroppo stati raccolti in un disco a sé: qui sotto trovate la tracklist in questione e l’audio streaming della OST di Lion.

Soundtrack film Lion

1. Aaja Nindiya Aaja Nainan Beech Sama Ja – Lata Mangeshkar
2. Come Closer – Salma Agha
3. Atomos VII” and “Atomos XII – The Winged Victory for the Sullen
4. Chanda Ko Dhoondhne Sabhi Taare Nikal Pade – Bakshi/Pyarelal (performed by the cast)
5. State Of The Heart – Mondo Rock
6. Red Light Song – Blue
7. Rivers of Belief – Enigma
8. Urvashi Urvashi – A. R. Rahman, Suresh Peters, Shahul Hameed (“Kadhalan”)
9. Nobody Knows – Pastor T.L. Barrett and the Youth For Christ Choir
10. Parade – Will and James Ragar
11. Blind – Hercules & Love Affair
12. The Sun, the Sand and the Sea – Picturetone Pete

 

 

Passengers

passengers

La quota fantascientifica nella cinquina per il Best Original Score è rappresentata dalla soundtrack di Passengers, film diretto da Morten Tyldium con ti Jennifer Lawrence e Chris Pratt come protagonisti: le vicende dell’astronauta Jim Preston e della giornalista Aurora Lane sono raccontate tramite le canzoni fra l’orchestrale e il futuristico di Thomas Newman, compositore statunitense già autore di colonne sonore del calibro di Le ali della libertà, Era mio padre, Revolutionary Road e Il miglio verde.

Newman, che attende il suo primo Oscar, ha messo insieme per la colonna sonora di Passengers un totale di 26 canzoni che trasportano l’ascoltatore nelle immensità dello spazio profondo. Ad accompagnare i titoli di coda del film, in ogni caso, ci sono i commercialissimi Imagine Dragons, che per il lungometraggio hanno appositamente composto il pezzo Levitate, decisamente non il miglior pezzo della loro carriera.

 

 

Moonlight

MOONLIGHT-QUOTEPOSTER-WEB.jpg

Il capolavoro di Barry Jenkins potrebbe essere l’unico capace di dare del vero filo da torcere a La La Land: la storia del piccolo Chiron viene infatti raccontata con rara delicatezza da una serie di canzoni che sono, secondo la critica, un trionfo di emozioni e una straordinaria dedica ad una black music che sembra essere stata dimenticata.

La soundtrack di Moonlight si apre con un pezzo per certi versi provocatorio come Every Nigga Is a Star di Boris Gardiner (campionato anche da Kendric Lamar nella sua Wesley’s Theory, inserita in How to Pimp a Butterly) e mira, come sottolineato dal regista in questa intervista a Pitchfork, a rappresentare (e mettere in discussione) in musica il significato di “mascolinità”, soprattutto nel mondo afroamericano.

L’album, che verrà a breve rilasciato anche in uno speciale formato in vinile, è stato interamente scritto dal compositore Nicholas Britell ed contiene al suo interno pezzi di Goodie Mob e Barbara Lewis.

 

 

La La Land

la-la-land

Il trionfatore annunciato di gran parte delle categorie degli Oscar 2017 è un musical diretto da Damien Chazelle e interpretato da Ryan Gosling (lo squattrinato pianista jazz Sebastian Wilder) e Emma Stone (la barista e aspirante attrice Mia Dolan). La colonna sonora del film è stata composta da Justin Hurwitz, mentre tutti i testi sono stati scritti dai compositori teatrali Benj Pasek e Justin Paul.

 

All’interno dell’album troviamo, fra le altre, le due canzoni nominate all’Oscar per la Miglior Canzone Originale ovvero City of Stars (già vincitrice del Golden Globe ) e Audition (The Fools who dream), interpretata dall’intero cast. Al film di Chazelle ha anche partecipato lo straordinario John Legend, che per l’occasione interpreta il ruolo del musicista Keith (sua la voce che canta la sopra citata Start a fire).

Visti i presupposti (e la passione di Hollywood per i progetti di questo tipo) la colonna sonora di La La Land potrebbe effettivamente essere il vincitore annunciato nella categoria Best Original Score; Moonlight, in ogni caso, resta un concorrente più che valido. Non sembra, salvo grosse sorprese, ci sia grosso margine di vittoria per tutti gli altri dischi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...