Ornella Vanoni su Rolling Stone: “Takagi e Ketra e Giusy Ferreri non sanno neanche cosa cazzo dicono in Amore e Capoeira”

SEGUI LA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI ZIOMURO RELOADED!

SEGUI ZIOMURO SU TWITTER E INSTAGRAM!

Ornella Vanoni abbiamo imparato a conoscerla bene, soprattutto nel corso degli ultimi anni. Siamo infatti ben consapevole che l’artista, oggi, sia un vero peperino, soprattutto se provocata. E a provocarla, se così possiamo dire, ci ha pensato qualche giorno fa Rolling Stone (QUI L’INTERVISTA COMPLETA) che ha incontrato la cantante in occasione dell’uscita della ristampa del suo storico disco Argilla, fuori commercio ormai da diversi anni, album prodondamente ispirato dal jazz e dalla musica brasiliana.

Nel corso dell’intervista, Ornella Vanoni ha avuto una parola buona per tutti, per davvero. Dopo aver tessuto le lodi di colleghi “importanti” come Lucio Dalla, Jim Morrison e Roberto Carlos, la Vanoni ha anche avuto modo di parlare di cantanti ben più leggeri. Riguardo alla Berté e alla sua Non ti dico no, in collaborazione con i Boomdabash ha dichiarato:

Io sono contenta per lei, che si è ripresa, ha successo, riempie i teatri. Mi fa molto piacere. La sua canzoncina, però, assomiglia molto a E la Luna bussò, un reggae. E poi c’è quell’altra canzone.

Con quell’altra canzone, Ornella Vanoni si riferiva ad

che quest’estate ha fatto il botto. A riguardo la Vanoni ha commentato:

Amore, capoeira, la favela, non sa neanche cosa cazzo dice. Comunque ha avuto successo, buon per loro.

Sui tormentoni estivi, invece:

Si può anche fare una canzone gioiosa, come Quattro amici al bar. Quella è intelligente però, è la storia dei ragazzi dell’epoca di Paoli. La canzone di Gino ha avuto successo, molto successo. Era un brano allegro, ripetitivo, che prende – ha venduto un milione di dischi – ma con un testo che piace. Si parlava. Adesso non si parla più. Tutti pensano che col telefonino si risolvano le cose. E invece no, assolutamente no.

Per gli appassionati di trash, inoltre, Ornella Vanoni è diventata un’icona particolarmente quando, qualche anno fa, fece fare una clamorosa figuraccia a Lorena Bianchetti in diretta a Rai Uno. Ecco le sue parole:

Hanno detto tutti che ero ubriaca perché hanno il cervello della Bianchetti. Io a lei ho detto che, aspettare tanto dietro le quinte, leva poi la voglia di cantare. La Bianchetti mi dice che siamo pagati per star qui. Sì, è vero, ma non aveva capito: quello che volevo dire era riferito all’attesa. E lei mi ridice che siamo pagati. Allora, visto che io non pretendo che siano tutti quanti intelligenti, come la Bianchetti, non hanno capito. Se questa non capisce questo fatto, torni in Vaticano. Non è intelligente. Mi dispiace per lei, non è un insulto, non mi pare che capisca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...