Francesco Gabbani – Occidentali’s Karma: la recensione e il commento sul testo dei giornalisti in anteprima

QUESTO ARTICOLO TI PIACE? METTI UN LIKE ALLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI ZIOMURO RELOADED!

SEGUI ZIOMURO SU TWITTER E INSTAGRAM!

Il Teatro Ariston sta scaldando i motori per il Festival di Sanremo 2017: dal 7 all’11 febbraio prossimo, infatti, ci potremo nuovamente godere su Rai Uno la kermesse canora più prestigiosa e celebre del nostro paese, che per questa occasione vedrà salire sul palco ligure un totale di ben 22 BIG (più 8 Nuove Proposte).

Lo scorso 20 gennaio un gruppo di fortunati giornalisti provenienti da tutte le più celebri e prestigiose testate online hanno avuto la fortuna di ascoltare in anteprima i pezzi in gara al Festival di Sanremo 2017. Qui sotto trovate dunque le prime recensioni e i commenti sui testi delle canzoni, nell’ordine, di Tv Sorrisi e CanzoniRTL 102,5Il Fatto QuotidianoRockol e TvBlog. Ecco i commenti sulla canzone di Francesco Gabbani, Occidentali’s Karma.

PS: Cliccando sui nomi delle testate qui sopra trovate gli articoli rispettivi.

 

Proseguendo il percorso di Amen, che lo scorso anno gli ha portato la vittoria tra i giovani, Gabbani ripropone lo stesso stile nel pezzo più divertente di questa edizione, “Occidentali’s Karma” è una satira vertiginosa delle ossessioni del nostro tempo e la farse “Namastè, all” diventerà un tormentone.

Potrebbe essere davvero una delle sorprese del Festival perché Gabbani ha il ritmo disco-pop che manca a questo Festival.

Francesco Gabbani, Luca Chiaravalli Filippo Gabbani)
Gabbani riparte da “Amen”, con una canzone ritmata ed elettronica, che battiateggia nei riferimenti filosifici, e infila nelle strofe Amleto, Buddha, il Nirvana assieme a Chanel, “Singing in the rain” e i “tuttologi del web”. Il ritornello è irresistibile, “radiofonico” si sarebbe detto una volta. L’urlo “Namasté, alè” è un accostamento che piacerebbe al Maestro.
Di cosa parla la canzone: Filosofia, oriente, internet.
In breve: Voglio vederti danzare con l’elettronica di oggi

 

Gabbani ha vinto l’ultima edizione di Sanremo Giovani con la canzone Amen. Ve la ricordate, no? Quella in cui, simpaticamente, faceva il verso a Battiato appoggiando un testo pieno di sagaci giochi di parole sopra una musichetta orecchiabile e ballabile. Ecco, il nuovo brano di Gabbani, quello con cui prova a dimostrarci di essere altro oltre a Amen è praticamente una evoluzione (o involuzione, fate voi) di Amen.

 

Brano scritto da Francesco Gabbani con Luca Chiaravalli e Fabio Ilacqua.

Giudizio TvBlog: testo molto intelligente (si gioca sul contrasto tra essere e apparire), ironico e satirico. Il  pezzo ritmato, ma poco Sanremese: lo era anche Amen, ma qui il ritornello è meno semplice da ricordare. “Quando la vita si distrae cadono gli uomini”.

Advertisements

2 pensieri su “Francesco Gabbani – Occidentali’s Karma: la recensione e il commento sul testo dei giornalisti in anteprima

  1. testo molto intelligente???? aiutoooooo!!!!!!! E quell’ OM finale che appariva sullo schermo dietro di lui? e lo scimmione? retorica spicciola, tanta ipocrisia e una voce qualunque!
    Per carità! inoltre un milione di euro spesi in cinque giorni per quel circo mediatico senza senso !!! Davvero l’Italia ha bisogno di questo festival demenziale per distrarsi dai problemi che ha? Almeno che vincesse qualcuno con la voce e con la capacità di cantare qualcosa di sensato!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...