Sergio Sylvestre – Con te: la recensione e il commento sul testo dei giornalisti in anteprima

QUESTO ARTICOLO TI PIACE? METTI UN LIKE ALLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI ZIOMURO RELOADED!

SEGUI ZIOMURO SU TWITTER E INSTAGRAM!

Il Teatro Ariston sta scaldando i motori per il Festival di Sanremo 2017: dal 7 all’11 febbraio prossimo, infatti, ci potremo nuovamente godere su Rai Uno la kermesse canora più prestigiosa e celebre del nostro paese, che per questa occasione vedrà salire sul palco ligure un totale di ben 22 BIG (più 8 Nuove Proposte).

Lo scorso 20 gennaio un gruppo di fortunati giornalisti provenienti da tutte le più celebri e prestigiose testate online hanno avuto la fortuna di ascoltare in anteprima i pezzi in gara al Festival di Sanremo 2017. Qui sotto trovate dunque le prime recensioni e i commenti sui testi delle canzoni, nell’ordine, di Tv Sorrisi e CanzoniRTL 102,5Il Fatto QuotidianoRockol e TvBlog. Ecco i commenti sulla canzone di Sergio Sylvestre, Con te.

PS: Cliccando sui nomi delle testate qui sopra trovate gli articoli rispettivi.

C’è anche Giorgia tra gli autori di Con te, brano con cui Sergio (vincitore di Amici) debutta al Festival. La canzone è una notevole ballata soul dall’andatura classica che punta molto sul carisma vocale di Sylvestre, tra profondità e falsetti. Alla fine della canzone entra in gioco anche un coro gospel.

Giorgia sfodera una potente ballad soul per il vincitore di Amici. Potrebbe essere l’outsider di questo Festival. Dipende dalla sua esibizione sul palco. Ma non lascerà indifferenti.

Funziona così. Il gigante buono, quello con la voce come Mario Biondi, ma di colore, arriva a Sanremo con un brano che suonerebbe benissimo in bocca a un qualsiasi cantante R’n’B americano. Con un testo scritto da Giorgia. E con un coro di bambini. Insomma, detta così qualcosa di davvero bello. In realtà non è così. La canzone è davvero una robetta. Cantata da Giorgia sarebbe stata altra cosa, ma ‘grazie al cazzo’, dirà qualcuno.

 Basata sul piano e sul vocione di Sergio, rimane una canzone classica nonostante un accenno di elettronica sulla parte ritmica, che richiama al mondo della musica black. Aperture enfatiche sul ritornello e il testo (di Giorgia) che ragiona sui momenti belli di una storia finita. Insomma, una cosa perfetta per l’Ariston, nel bene nel male.
Di cosa parla la canzone:  Amore (finito), Te, me,
In breve: Una ballata sanremese

Brano scritto da Giorgia in collaborazione con Stefano Maiuolo.

Giudizio TvBlog: il testo più breve di questa edizione di Sanremo (almeno all’apparenza). Brano soul, voce pazzesca, nera al punto giusto. Canzone sanremese, ma manca qualcosa per lasciare il segno quanto la voce di chi la canta. Rimangono in testa le parole “Con te” e “Mia”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...