The Weeknd e G-Eazy lasciano H&M dopo una presunta pubblicità razzista. La madre del bambino protagonista replica “smettetela di gridare al lupo per qualsiasi cosa”

HEY SE QUESTO ARTICOLO TI PIACE METTI UN LIKE ALLA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE DI ZIOMURO RELOADED!

SEGUI ZIOMURO SU TWITTER E INSTAGRAM!

Qualche giorno fa, come di certo avrete letto su Facebook et similia, H&M, celeberrima azienda di abbigliamento low cost, è finita in una bufera mediatica senza precedenti dopo aver inserito nel suo catalogo l’immagine di un bimbo di colore con indosso una felpa con su scritto “coolest monkey in the jungle”, ovvero “la scimmia più bella della giungla”. Apriti cielo, l’immagine ha immediatamente scatenato polemiche sul brand, accusato di aver portato avanti una campagna razzista e discriminatoria (in modo non dissimile a quanto fatto da Matteo Salvini con Cecile Kyenge tempo fa).

 

La scelta pubblicitaria ha mandato su tutte le furie non soltanto i consumatori ma anche un paio di artisti, resisi protagonisti di recente di alcune campagne di marketing e di collaborazioni commerciali con il marchio di moda. Fra questi, troviamo il re dell’R&B The Weekend (all’anagrafe Abel Tesfaye) e il rapper G-Eazy. Come potete leggere dai loro comunicati qui sotto, i due si sono detti scioccati dalla campagna discriminatoria di H&M e hanno così deciso di porre fine alla loro collaborazione con il brand.

 

 

Eppure, come c’era da aspettarsi, non solo le intenzioni di H&M non erano affatto maligne ma non avrebbero offeso, nemmeno per sbaglio, due fra le principali vittime del presunto scandalo, cioè il bambino modello per la campagna e la madre, Terry Mango, che ha messo mano a Facebook per mettere la parola fine ad una vicenda che ha dell’assurdo da certi punti di vista.

Io sono la madre del bambino, e questo è uno dei centinaia capi che H&M gli ha fatto indossare. smettetela di urlare al lupo al lupo per qualsiasi cosa, avete tirato su un problema che non esiste, Smettetela.

Come volevasi dimostrare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...